Comune di Pietradefusi » Conosci la città » Le pubblicazioni di interesse locale

Le pubblicazioni di interesse locale


 
copertina libroPASCUCCI DIONISIO, STORIA DI UNA FONDAZIONE: L'OPERA PIA PASCUCCI DI PIETRADEFUSI, dicembre 2009.

  In occasione del Centenario (1910-2010) del Ginnasio- Liceo Pascucci di Pietradefusi è stato presentato il libro "Storia di una fondazione: L’Opera Pia Pascucci di Pietradefusi".

L’autore, il Dott. Dionisio Pascucci, omonimo e  discendente del famoso giurista, vuole ripercorrere le tappe che, a partire dal testamento olografo del 1851, hanno segnato la nascita della Fondazione e del Ginnasio,attraverso documenti inediti e foto provenienti da un archivio privato. Dagli elenchi dei convittori emergono tanti studenti illustri che frequentando la scuola di Pietradefusi, sono poi diventati noti professionisti non solo nella provincia, ma in Italia e nel mondo. Valga per tutti il nome di Giovanni Palatucci, lo Schindler Italiano, ultimo Questore di Fiume italiana, morto nel campo di concentramento di Dachau (Germania).

 Un omaggio, dunque,all’illustre magistrato ma anche ad una struttura centenaria che rappresenta tuttora il fiore all’occhiello della comunità dentecanese. da sempre sensibile al mondo dell’erudizione, della scuola, della cultura.

 

 libro corbo

CORBO ANTONIO, LA TORRE ARAGONESE DI PIETRADEFUSI E LA STRADA PELLA.  Geologia Storia e Paesaggio, marzo 2009.

   L'autore è nato a Pietradefusi ma vive in Avellino da svariati anni, rimanendo però legato alla terra di origine. Geologo, ha visto parte della sua tesi di laurea pubblicata dal Servizio Geologico di Stato, è stato anche fondatore dell'Associazione Nazionale Geologi e successivamente dell'Ordine Nazionale Geologi.

Nel libro elabora una nuova teoria dell'origine e del toponimo di Pietradefusi diversa dalla comune vulgata fino ad oggi accettata.

La ricerca ha rilevato che l'origine di Pietradefusi è collegata alla costruzione della torre e che la storia di questo paese riflette, nelle linee principali, quella di Montefusco di cui costituì una dipendenza (diretta e/o indiretta) e, nei tempi antichi, addirittura una pertinenza.

 

 

 libro De Corso

DE CORSO GERARDO, PIETRADEFUSI Memoria di un Cardinale e di un Paese, marzo 2002.

  

Don Gerardo, parroco di Pietradefusi dal 1987 al 2015, focalizza la sua ricerca su tale luogo pastorale e alla figura del Cardinale Niccolò Coscia, che nel paese irpino ebbe i natali. Dalle pagine del volume, traspaiono i contorni del paese, di una famiglia (i Coscia) e di un Porporato che ebbe una certa influenza nella Curia beneventana e Pontificia, contribuendo tra l'altro , all'elezione del Papa Benedetto XIII (Papa Orsini).

 

 

 

 

 

 

 

copertina volume 

PASCUCCI DIONISIO, PIETRADEFUSI nel Regno di Napoli, 2011

Con questa sua seconda opera su Pietradefusi l’autore ha voluto offrire un contributo al recupero e alla conservazione della memoria storica del paese, dei nomi, delle famiglie e dei luoghi.

Tra le fonti che potessero rappresentare la base di partenza per le ricerche, la scelta è caduta sul Catasto Onciario di Pietradefusi del 1754, che al di là dei dati socioeconomici obiettivamente forniti per il XVIII secolo, costituisce  uno strumento unico, per il suo genere, ed allo stesso tempo indispensabile per la ricostruzione della storia di Pietra de Fusi, permettendo di conoscere, sotto diversi aspetti, come si presentava allora il paese.

Il lavoro effettuato non è stato una mera trascrizione dal documento originale, custodito a Napoli presso l’Archivio di Stato, ma, essenzialmente un tentativo di interpretazione dei dati con il rilievo  delle varie attività svolte, il numero relativo degli addetti, le classi di età  e la composizione dei nuclei familiari dei cittadini e, in ultimo, forse il più importante ed interessante tra le notizie ricavate, anche i nomi dei luoghi della Pietra de Fusi  di allora, alcuni usati ancora oggi ed altri caduti in disuso.

La lettura del Catasto Onciario è stata opportunamente incrociata  con alcuni documenti notarili  consentendo di mettere a fuoco  anche altri aspetti della vita dell’epoca, come, il matrimonio, la vita familiare ed  il sentimento religioso.

Il volume diviso in  nove capitoli è corredato da ben trenta tabelle ed è stato inserito dall’editore in due differenti collane: Regno di Napoli al numero 3 e Comuni dell’Irpinia al numero 36 e si caratterizza per due  diverse copertine e sottotitoli: “ Il Settecento, l’Onciario, i Notai  “ e “ Dentecane, Venticano e Castel del Lago “.

In conclusione ci troviamo di fronte ad una ricostruzione storica rigorosa, che sarà di sicuro interesse non solo per gli abitanti di Pietradefusi, che attraverso il volume vedranno rivivere il proprio passato, ma verosimilmente anche per i cultori di storia locale.

 
foto libro di emilio de roma

 DE ROMA EMILIO, PIETRADEFUSI E I SUOI CASALI. IL CAMMINO DI UN POPOLO ,luglio 2011.

 Il filo conduttore del libro è la collocazione dei territori pietrafusani negli avvenimenti storici dalla Preistoria al 900. “Il cammino di un popolo”  essenzialmente dedito all’agricoltura e alla pastorizia che ha potuto beneficiare del contributo di traffici e di commerci grazie alla propria posizione strategica di collegamento tra il Tirreno e l’Adriatico.

La corposa ricerca tocca sia la storia che la sociologia, la filosofia, gli usi e i costumi locali tutti uniti nella tesi  secondo cui la memoria storica è necessaria e, oggi, rischia di non esserlo più.

E’ una lettura per tutti,  nel giacimento culturale emerso col libro ognuno potrà trovare la propria pepita di valore, cultura e conoscenza locale.

UNA GRANDE OPPORTUNITA’ PER RISPONDERE AL BISOGNO DI INFORMAZIONE E PER CREARE I PRESUPPOSTI PER INTERPRETARE GLI EVENTI E RENDERE CONSAPEVOLEZZA DEL PASSATO.

 

 

LIBRO DE ROMA EMILIO DE ROMA EMILIO, PIETRADFUSI E I SUOI CASALI. IL CAMMINO DI UN POPOLO. 1900-1948 , anno 2015

In questa seconda opera di Emilio De Roma esplora il cammino "di un popolo" alla ricerca di lavoro,benessere e migliori condizioni di vita, quindi immigrazione nelle Americhe il tutto inframezzato da una dittatura tra due conflitti mondiali che lacerano il tessuto sociale con la loro scia di lutti e divisioni caratteristica di tutte le guerre.

Comune di Pietradefusi - Piazza Municipio 1 Tel. 0825 962090 - 962414 Fax 0825 962445

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.348 secondi
Powered by Asmenet Campania